Ecco il 5′ capitolo, spero tanto che vi piacerà 65like e 20 commenti prossimo❤ Erano le 5 del mattino e non avevo dormito per tutta la notte, continuavo a pensare a lui. Il suo viso era come un’immagine disegnata col pennarello indelebile nella mia mente. Avevo capito che cosa voleva dire essere felici … o addirittura innamorati. Penso che la vita mi stia ripagando per tutto ciò che ho passato, non voglio sprecare questa possibilità. Mi preparai anche se era così presto. Misi dei pantaloni a vita alta con un top nero che aveva sopra la scritta “live the life”. Quella frase mi dava molto coraggio. Mi truccai abbastanza, più del solito e misi anche un rossetto rosso scuro, non mi ero mai vista carina come quel giorno. Usci di casa mi incamminai, erano le 6:30 quindi era presto per andare a scuola. Così decisi di andare al parco, quello ormai era il mio rifugio, il luogo in cui avevo i più bei ricordi della mia vita, il luogo in cui lui mi fece quel bellissimo sorriso e il luogo nel quale mi specchiai nei suoi occhi, il luogo in cui mi innamorai di lui. Fumai una sigaretta, proprio quelle famose sigarette, non volevo consumarle le volevo tenere con me per ricordo, ma mi concessi di fumarne una . Stavo per andare via quando vidi una cosa che mi lasciò senza fiato. Gennaro era li e stava baciando una ragazza… il problema non era che stava baciando una ragazza, ma il problema è che stava baciando proprio quella ragazza. Era lei ne ero sicura, era Veronica. Lei era la causa della mia tristezza e della mia paura di vivere. Lei era quella che ogni mattina con delle altre ragazze mi picchiava sempre. Lei era quella che dei veri genitori li aveva, ma si divertiva a prendere in giro me, dicendo che ero stata adottata perché neanche i miei genitori veri mi volevano. Lei era quella che mi insultava che ogni giorno mi faceva piangere e distruggeva i miei piccoli sogni. Lei era quella che lasciava segni indelebili sulla mia pelle, che con il tempo andranno via, ma nell’anima rimarranno per sempre. CONTINUA SOTTO! #urbanstrangers #alexthebug #gennbutch #xf9 #runaway #baell #baelltour2016 #alex #urbanizzazionetotale #genn#urbanstrangers by pensieridiuna_strangers

Ecco il 5 capitolo, spero tanto che vi piacerà 65like e 20 commenti prossimo❤ Erano le 5 del mattino e non avevo dormito per tutta la notte, continuavo a pensare a lui. Il suo viso era come unimmagine disegnata col pennarello indelebile nella mia mente. Avevo capito che cosa voleva dire essere felici ... o addirittura innamorati. Penso che la vita mi stia ripagando per tutto ciò che ho passato, non voglio sprecare questa possibilità. Mi preparai anche se era così presto. Misi dei pantaloni a vita alta con un top nero che aveva sopra la scritta live the life. Quella frase mi dava molto coraggio. Mi truccai abbastanza, più del solito e misi anche un rossetto rosso scuro, non mi ero mai vista carina come quel giorno. Usci di casa mi incamminai, erano le 6:30 quindi era presto per andare a scuola. Così decisi di andare al parco, quello ormai era il mio rifugio, il luogo in cui avevo i più bei ricordi della mia vita, il luogo in cui lui mi fece quel bellissimo sorriso e il luogo nel quale mi specchiai nei suoi occhi, il luogo in cui mi innamorai di lui. Fumai una sigaretta, proprio quelle famose sigarette, non volevo consumarle le volevo tenere con me per ricordo, ma mi concessi di fumarne una . Stavo per andare via quando vidi una cosa che mi lasciò senza fiato. Gennaro era li e stava baciando una ragazza... il problema non era che stava baciando una ragazza, ma il problema è che stava baciando proprio quella ragazza. Era lei ne ero sicura, era Veronica. Lei era la causa della mia tristezza e della mia paura di vivere. Lei era quella che ogni mattina con delle altre ragazze mi picchiava sempre. Lei era quella che dei veri genitori li aveva, ma si divertiva a prendere in giro me, dicendo che ero stata adottata perché neanche i miei genitori veri mi volevano. Lei era quella che mi insultava che ogni giorno mi faceva piangere e distruggeva i miei piccoli sogni. Lei era quella che lasciava segni indelebili sulla mia pelle, che con il tempo andranno via, ma nellanima rimarranno per sempre. CONTINUA SOTTO! #urbanstrangers #alexthebug #gennbutch #xf9 #runaway #baell #baelltour2016 #alex #urbanizzazionetotale #genn#urbanstrangers by pensieridiuna strangers

Foto #xf9 di pensieridiuna_strangers su Instagram: Ecco il 5′ capitolo, spero tanto che vi piacerà 65like e 20 commenti prossimo❤

Erano le 5 del mattino e non avevo dormito per tutta la notte, continuavo a pensare a lui.
Il suo viso era come un’immagine disegnata col pennarello indelebile nella mia mente.
Avevo capito che cosa voleva dire essere felici … o addirittura innamorati.
Penso che la vita mi stia ripagando per tutto ciò che ho passato, non voglio sprecare questa possibilità.
Mi preparai anche se era così presto.
Misi dei pantaloni a vita alta con un top nero che aveva sopra la scritta “live the life”.
Quella frase mi dava molto coraggio.
Mi truccai abbastanza, più del solito e misi anche un rossetto rosso scuro, non mi ero mai vista carina come quel giorno.

Usci di casa mi incamminai, erano le 6:30 quindi era presto per andare a scuola.
Così decisi di andare al parco, quello ormai era il mio rifugio, il luogo in cui avevo i più bei ricordi della mia vita, il luogo in cui lui mi fece quel bellissimo sorriso e il luogo nel quale mi specchiai nei suoi occhi, il luogo in cui mi innamorai di lui.
Fumai una sigaretta, proprio quelle famose sigarette, non volevo consumarle le volevo tenere con me per ricordo, ma mi concessi di fumarne una .
Stavo per andare via quando vidi una cosa che mi lasciò senza fiato.
Gennaro era li e stava baciando una ragazza… il problema non era che stava baciando una ragazza, ma il problema è che stava baciando proprio quella ragazza.
Era lei ne ero sicura, era Veronica.
Lei era la causa della mia tristezza e della mia paura di vivere.
Lei era quella che ogni mattina con delle altre ragazze mi picchiava sempre.
Lei era quella che dei veri genitori li aveva, ma si divertiva a prendere in giro me, dicendo che ero stata adottata perché neanche i miei genitori veri mi volevano.
Lei era quella che mi insultava che ogni giorno mi faceva piangere e distruggeva i miei piccoli sogni.
Lei era quella che lasciava segni indelebili sulla mia pelle, che con il tempo andranno via, ma nell’anima rimarranno per sempre.
CONTINUA SOTTO!
#urbanstrangers #alexthebug #gennbutch #runaway #baell #baelltour2016 #alex #urbanizzazionetotale #genn#urbanstrangers

Precedente The best moment🙀😻 #xf9 #finale by urban_strangers.__ Successivo - Grazie per i 100 followers🌟 ------- Come vi chiamate?🌼 —io jessica🍃 #xf9 #urbanstrangers by urbanstrangerizzata